A settanta anni dalla loro redazione ecco per la
prima volta in rete i documenti che Galeazzo Ciano
allegava al suo DIARIO

 

 


ARTICOLO ANTIBRITANNICO DI FARINACCI

 


Roma, 25 giugno 1937-XV

L'Ambasciatore Sir Eric Drummond è venuto a vedermi per richiamare la mia attenzione sull'odierno articolo di Farinacci "Troncare i rapporti" e particolarmente sugli ultimi due capoversi di tale articolo. Drummond ha fatto rilevare che l'autore è un membro del Gran Consiglio del Fascismo e quindi una personalità che ha una precisa responsabilità politica. Ha aggiunto che tale articolo rappresentava una infrazione alla intesa che era corsa tra noi circa le relazioni di stampa tra i due Paesi, infrazione che avrebbe potuto determinare una reazione di stampa da parte britannica. Mi ha detto infine che una particolare preoccupazione gli era causata dal fatto che a Farinacci viene talvolta attribuita una veste di avanguardia lanciata dallo stesso Duce contro un determinato obiettivo.
Ho risposto a Drummond che l'articolo non rispecchiava se non l'opinione del suo autore, il quale aveva scritto di propria iniziativa e senza suagerimenti di sorta. Escludevo nella forma più assoluta che Farinacci potesse comunque essere considerato un portaparola del Duce il quale, come Drummond ben sa, non ha bisogno di interpreti, ma è uso a far conoscere direttamente e molto chiaramente il Suo pensiero e i Suoi propositi. Nel caso specifico potevo aggiungere che mi risultava che il Duce non aveva avuto conoscenza dell'articolo se non a pubblicazione avvenuta e che non aveva affidato a Farinacci incarichi di sorta.


 

webmaster a.d.c.