A settanta anni dalla loro redazione ecco per la
prima volta in rete i documenti che Galeazzo Ciano
allegava al suo DIARIO


 

 

COLLOQUIO DEL DUCE CON VON RIBBENTROP

 

Roma, 22 ottobre 1937 - XV

Ribbentrop, dopo aver portato al Duce i saluti personali del Führer, ha narrato la genesi del Patto tra la Germania e il Giappone. Ha detto come egli abbia voluto conoscere, attraverso la sua missione a Londra, fino a qual punto l'Inghilterra sarebbe stata disposta ad andare incontro ai desideri della Germania ed a riconoscerne gli interessi vitali. Oggi deve francamente ammettere che la sua missione è andata perduta. Anche alcune recenti manifestazioni britanniche, quali il voto del Partito conservatore contro la cessione di colonie alla Germania hanno provato la non conciliabilità di interessi dei due Paesi. In un certo momento aveva anche pensato di attrarre l'Inghilterra nell'orbita dei Paesi antícomunisti. Ciò non è stato possibile dato che in Inghilterra il pericolo comunista non è sentito né compreso nel suo pieno valore.
Ha quindi esposto le ragioni che militano a favore di una trasformazione del Patto nippo-germanico in un Patto tripartito mediante l'adesione dell'Italia. Il Duce ha detto che per parte sua era disposto e lieto di accettare la proposta tedesca. Ha anche aggiunto come, in un primo momento, sarebbe stato suo desiderio di completare tale Patto anticomunista con una clausola politica di neutralità e consultazione. Si rendeva però conto che non conveniva insistere adesso col Giappone anche per non dare l'impressione che volevamo profittare della situazione particolarissima in cui tale Paese si trova a causa del conflitto con la Cina per estorcergli alcune speciali condizioni. Von Ribbentrop ha approvato tale decisione del Duce, ripetendo quanto avcva già detto a me circa gli immancabili sviluppi di un Patto quale quello che ci apprestiamo a concludere. Quando cominciarono le trattative fra la Germania ed il Giappone fu detto che si trattava di costruire un piccolo ponte in legno per poter fare poi il grande e definitivo ponte di ferro tra i due Paesi. Tale formula può essere ancora utilmente ripetuta.
Per quanto concerne la firma è stato deciso che essa avrà luogo nei prossimi giorni, probabilmente a Monaco dato che Ribbcntrop, per la sua posizione di Ambasciatore a Londra, non potrebbe firmare un Patto del genere in Italia. In linea di massima è stato deciso che verrà pubblicato il testo integrale del Protocollo. Su queste due ultime questioni von Ribbentrop si è però riservata l'approvazione del Führer.



webmaster a.d.c.