A settanta anni dalla loro redazione ecco per la
prima volta in rete i documenti che Galeazzo Ciano
allegava al suo DIARIO


 

COLLOQUIO COL MINISTRO D'UNGHERIA

 

 

Roma, 22 settembre 1938 - XVI


Il Ministro di Ungheria mi ha consegnato la qui unita copia di nota rimessa dal Governo magiaro a quello cecoslovacco. Il Ministro Villani mi ha inoltre comunicato, a titolo strettamente segreto, che durante i recenti colloqui di Berchtesgaden, Imrédy e Kànya hanno riaffermato a Hitler la loro ferma determinazione di arrivare ad una soluzione della questione minoritaria. A tal fine si propongono di far sorgere degli incidenti nelle zone popolate da ungheresi e nella stessa Slovacchia. Il Führer li ha incoraggiati ed ha dimostrato "piena comprensione del punto di vista di Budapest".
Per parte mia non ho mancato di esprimermi con Villani nel senso delle istruzioni già inviate questa mattina al Ministro Vinci: essere cioè interesse ungherese di agitare continuamente la questione delle minoranze, di tenersi pronti a seguire e a sostenere l'iniziativa tedesca o polacca, ma di non essere i primi ad attaccare e ciò per evitare che giuochino ancora i legami della Piccola Intesa.
Il Ministro Villani, cui avevo già piú volte parlato in tal senso, si è dichiarato assolutamente d'accordo con tale nostro punto cli vista.



webmaster a.d.c.