A settanta anni dalla loro redazione ecco per la
prima volta in rete i documenti che Galeazzo Ciano
allegava al suo DIARIO


 

NUOVA CONVERSAZIONE TELEFONICA CON VON RIBBENTROP

 

 

Roma, 23 ottobre 1938 - XVI


In serata mi ha telefonato Ribbentrop da Berchtesgaden.
1. Attribuendo al Führer i giudizi e le argomentazioni già anticipate da lui nella telefonata di ieri sera, ha confermato l'opposizione tedesca alla eventualità di un arbitrato dell'Asse.
Poiché (come del resto già risulta dal mio colloquio di stamane con Villani) si sta determinando la possibilità di una ripresa di contatti diretti tra Praga e Budapest, Ribbentrop propone di mandare un messaggio identico ai Governi magiaro e cecoslovacco per incoraggiarli a proseguire sulla via delle negoziazioni dirette. Ho riservato una risposta dopo avere preso gli ordini dal Duce. Ribbentrop ha aggiunto che qualora i negoziati diretti dovessero ancora una volta fallire, il Führer ritiene che la questione dovrebbe venire affrontata in una Conferenza a quattro, con la partecipazione dei soli Ministri degli Esteri, da tenersi in una città dell'Italia settentrionale.
2. Ribbentrop ha detto di avere una missione personale del Führer per il Duce da compiere personalmente e che a tal fine intenderebbe venire a Roma nella seconda metà della corrente settimana.
Indicherebbe come giorni migliori venerdí o sabato. La sua permanenza a Roma sarebbe brevissima e di carattere non ufficiale. Ho risposto che avrei informato il Duce e che gli avrei fatto avere una risposta al piú presto.



webmaster a.d.c.